Global Game Jam: mai pensato di creare un videogioco con le tue mani?




Catania, Eventi, Sicilia | Ambra Bonaiuto | 31 dicembre 2010 alle 13:39

logo global game jam

In sole 48 ore dovranno elaborare un videogioco completo, funzionante, e possibilmente ad alto tasso di creatività. Torna a Catania dal 28 al 30 gennaio 2011 la Global Game Jam , l’ evento nazionale al quale partecipano gruppi di sviluppatori – programmatori, grafici, animatori, designer, scrittori, musicisti – per realizzare videogiochi completi nell’arco di due giorni.

L’appuntamento è già stato fissato nell’aula D22 della Facoltà di Ingegneria di Catania e la partecipazione sarà gratuita.
L’evento avrà inizio venerdì 28 gennaio 2011 e terminerà domenica 30 gennaio, dopo la full immersion no-stop (si lavorerà anche nelle ore notturne) di lavoro di gruppo all’insegna della creatività e della dedizione al game development.

Sarà possibile partecipare alla Global Game Jam di Catania come sviluppatori, cosplayer e partecipanti ai tornei, in ogni caso è necessario iscriversi negli appositi form sul sito web www.globalgamejam.it entro il 15 Gennaio 2011. Libero accesso per i visitatori, giornalisti ed i semplici curiosi che vorranno vedere il trionfo del (video)gioco nell’Ateneo Catanese.

Avviata nel 2009 dall’IGDA Education Special Interest Group, la Global Game Jam è un evento annuale realizzato contemporaneamente in diverse parti del globo. La scorsa edizione ha visto la Global Game Jam per la prima volta nel nostro Paese, proprio a Catania: nel 2010 sono stati organizzati due capitoli –per “capitolo” si intende il luogo specifico in cui si svolge l’evento – a Genova ed a Catania. L’evento di Catania organizzato dalla E-Ludo Lab ha ottenuto un grandissimo successo.

Dichiara Ambra Bonaiuto, presidente della E-Ludo Lab: “Abbiamo voluto aprire la manifestazione al pubblico proprio per diffondere l’importanza della cultura del videogioco indipendente in tutta la Sicilia. Abbiamo scelto giovani realtà siciliane per realizzare tutte le attività collaterali, che conferiranno valore aggiunto all’evento, proprio per valorizzare il potenziale umano del sud Italia, con l’intento di sottolineare che anche e soprattutto qui in Sicilia, si può fare”.

L’evento si è rivelato importante anche per i finanziatori, ossia “Milestone”, primo game developer italiano e “Naps” storica società di sviluppo videogame siciliana, che hanno incontrato i partecipanti e sviluppato colloqui per future collaborazioni lavorative, rendendo la Global Game Jam un vero e proprio ponte tra domanda e offerta di lavoro nel campo del game development.

Quest’anno la Global Game Jam di Catania, per la prima volta a porte aperte, sarà seguita da Fabio Belsanti ideatore e responsabile di “Age of games” il portale internet di sviluppo ed edizione di videogiochi e contenuti di genere “Rpg&Strategy” (Giochi Ruolo e di Strategia).

Per l’occasione saranno organizzati tornei di videogiochi dando la possibilità ai partecipanti di scegliere tra i titoli più giocati; una specifica sezione verrà dedicata al “retro” ovvero ai videogame e alle console che hanno fatto la storia del videogioco, sarà possibile confrontarsi con vecchi titoli la cui organizzazione sarà affidata a Giovanni Famà della E-Ludo e animata dal gruppo Aldebaran. Verrà allestita un’area apposita dedicata al gioco da tavolo. La kermesse non poteva tralasciare il cosplay: fenomeno letteralmente esploso in Sicilia che può vantare un grande numero di appassionati e molte associazioni di ottimo livello. Durante la Ggj, in particolare domenica 30 gennaio, verrà organizzata la sfilata cosplay che sarà curata dall’associazione “Palermo in cosplay” già organizzatrice di Cospladya – la manifestazione Cosplay più grande della Sicilia.

Tags: , , , ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Sicilia su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Ambra Bonaiuto

Ambra Bonaiuto Ambra Bonaiuto Ambra Bonaiuto, dal 2008 si occupa di promozione culturale, valorizzazione del territorio e management degli eventi. Dal 2010 a oggi è presidente dell'Associazione Culturale E-Ludo Lab con lo scopo di realizzare eventi e formazione nell'ambito dei media digitali con particolare riferimento al mondo del videogioco. L'arte, il territorio e la tecnologia l’hanno sempre affascinata in tutte le loro forme. Il suo sogno è quello di valorizzarli rendendoli fruibili a tutti con nuove concezioni ed eventi che attirino le persone e le coinvolgano allo stesso tempo.
Sito: http://www.e-ludo.it


Lascia un commento